Cozze gratinate

cozze

Ecco un’altra ricetta che ho preparato in occasione della vigilia di Natale.
Sono facilissime da realizzare e di grande effetto anche per la presentazione.

All’inizio avevo qualche riserva riguardo le cozze gratinate, ma mi sono resa conto che si preparano davvero in pochi minuti e possono essere conservate “crude” fino al momento della preparazione.

Le ho accompagnate al classico secondo della vigilia, ovvero la somma frittura di gamberi e calamari.
Devo ammetterlo, il solito menù mi aveva scocciata un po’, quindi quest’anno ho voluto innovare e tra le novità, ci sono anche queste semplicissime cozze!

Ingredienti per 5 persone

  • Cozze (almeno 15)
  • Aglio
  • Pan grattato 200g
  • Prezzemolo
  • Olio d’oliva
  • Pepe
  • Parmigiano

Procedimento

Prima di iniziare la vera e propria preparazione, cominciamo dalla pulizia delle cozze.
Versiamo le cozze in una bacinella di acqua fredda e con una retina per piatti puliamo il guscio e togliamo la barbetta ed altri eventuali residui marini.

Sciacquiamo e scoliamo le cozze e andiamo ad adagiarle in un pentolone a bordi alti insieme ad un giro di olio d’oliva e uno spicchio d’aglio.

Copriamo con un coperchio e facciamo andare a fiamma moderata.
Ogni paio di minuti, mantenendo la pentola per i manici e tenendo saldo il coperchio, diamo una shakerata alla pentola, sbattendo magari il fondo su un piano duro, così da sollecitare l’apertura delle cozze.

Dopo qualche minuto saranno tutte (o quasi) aperte.
Spegnete il fuoco e lasciatele intiepidire nella loro acqua.

In una ciotolina da parte, aggiungete il pan grattato, il prezzemolo, dell’aglio in polvere ed il pepe.
Io non salerei, perché l’ultima volta che le ho preparate, erano già molto saline di loro, e aggiungendo del sale sono risultate troppo salate.

Mescolate bene il pan grattato agli altri ingredienti e aggiungete almeno 3/4 cucchiai di olio d’oliva.
Basterà ancora un mestolino di acqua  delle cozze filtrata e potrete amalgamare il tutto.
Ne risulterà un composto della consistenza della sabbia bagnata: malleabile e abbastanza bagnato.

Aiutandovi con un coltellino, aprite le cozze (mi raccomando, quelle chiuse lasciatele chiuse!) e staccate un lato del guscio.
Posizionatele con il frutto verso l’alto e poggiate su ognuna un cucchiaino colmo di panura.

Con le dita appiattite bene il pan grattato su ogni cozza fino a coprirne la superficie.
Mi raccomando, non esagerate col pane o sapranno solo di quello!
Io ho aggiunto anche una spolverata di parmigiano per renderle più croccanti.

Condite tutte le cozze con un filo d’olio ed infornate a 220° finché non saranno belle dorate e servite le cozze gratinate tiepide o addirittura a temperatura ambiente.

The following two tabs change content below.
Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.

Ultimi post di Chiamatemi zia (vedi tutti)

Lascia un commento