Spitini siciliani

Spitini

Gli spitini, in lingua “spiedini” sono simpaticissimi spiedini di pane in cassetta intervallati da polpette di carne tritata. Il tutto impanato e fritto.

Sono una bomba calorica, ma sono veramente divertenti e buoni da mangiare.
Vediamo come si fanno!

Ingredienti per 4 spitini

  • Carne tritata 200g
  • Cipolla 1
  • Carota 1
  • Sedano 1 costa
  • Vino bianco
  • Farina 50g
  • Acqua 70g
  • Concentrato di pomodoro
  • Piselli
  • Pane in cassetta 8 fette
  • Uova 4
  • Pan grattato
  • Farina (per impanare)

Procedimento

Per prima cosa bisogna preparare il ragù.
Tagliare a cubetti tutte le verdure e metterle in padella con mezzo bicchiere d’acqua.

Far sobbollire e quando l’acqua si è consumata aggiungere l’olio e completare il soffritto.
Aggiungere finalmente la carne tritata, il sale ed il concentrato di pomodoro mescolato a 2 cucchiai d’acqua (giusto per macchiare di rosso il ragù).

Mescolare ancora ed assaggiare per sapere se bisogna aggiungere ancora sale o pepe.
Aggiungere una spolverata di prezzemolo e bagnare con 1/2 bicchiere di vino bianco.
Quando il tutto sarà ben cotto, spegnere il fuoco ed aggiungere i piselli.

Da parte, mescolate la farina con l’acqua e create questa specie di pastella.

Questo composto serve a far amalgamare il ragù per renderlo maneggiabile.
Quindi mescolate la pastella al ragù e rimettete sul fuoco per qualche minuto per farlo addensare.

Ne risulterà una sorta di polpetta molto densa che è possibile lavorare con le mani.

Da parte procuratevi del pane in cassetta, privatelo della scorza e dividetelo in tre strisce uguali.

Sovrapponete due delle strisce e posizionatevi una “polpetta” di ragù.
posizionate ancora due fette e un’altra polpetta, ed infine chiudete con altre due fette.
Il risultato sarà un sandwich composto da fette di pane in cassetta intervallate da due polpette di carne.

Infilzate il tutto con due stuzzicadenti grandi, per evitare che si scomponga in frittura e tagliateli alle estremità.

Passate prima nella farina, poi nell’uovo, poi nel pan grattato e di nuovo nell’uovo e nel pan grattato. Così facendo avrete una doppia panatura che in frittura sarà molto croccante.

Fate riscaldare un po’ d’olio (che copra almeno la metà dello spessore dello spitino) in una padella e quando è ben caldo, calateci gli spitini e fateli cuocere bene prima da una parte e poi dall’altra.

Poggiateli su carta assorbente e serviteli.

The following two tabs change content below.
Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.

Ultimi post di Chiamatemi zia (vedi tutti)

Lascia un commento