Pita Gyros

pita

Oggi (cioè ieri) prepariamo la pita: pane/piadina di origini greche, che di solito viene servita con il gyros e la salsa tzatziki.
E noi mantenedo le tradizioni, la riproponiamo così.

La maggior parte delle persone dà per scontato il fatto di andare al supermercato e comprare le piadine belle e pronte, così come il kebab, così come le salse.

Oggi faremo tutto daccapo.

Partiamo con le ricette!

Ingredienti

Per 4 pita

Farina 125g

Manitoba 125g

Acqua 150g

Lievito 16g

Sale 6g

Zucchero 1 cucchiaino

Olio evo 15g

Per il gyros

Carne di maiale 1/2 kg

Spezie

Procedimento

Per prima cosa è necessario preparare la pita.

Per prima cosa mischiate le sue farine col sale ed aggiungetevi l’acqua tiepida in cui avete precedentemente sciolto il lievito.

Impastate un po’ e aggiungete l’olio. Lavorate finchè l’impasto non sarà liscio e morbido.
Mettete a riposare in una scodella spalmata d’olio.

Lasciate riposare per circa 2h in forno con la luce accesa, cosicché l’impasto non subisca variazioni di calore.

Una volta cresciuto, avrà più che raddoppiato il suo volume e sarà pronto per essere diviso in palline (4).

Schiacciate ogni pallina fino a farla diventare sottile. Lasciate riposare per altri 40 minuti e nel frattempo preriscaldate il forno a 250°.

Cuocere in forno statico caldo a 250° per circa 5/10 minuti (dipende dalla potenza del vostro forno).

Una volta cotte, si gonfieranno diventeranno soffici. Conservate in una busta di plastica chiusa quando sono ancora calde.
Se non avete mai usato questo metodo, sappiate che serve a far mantenere morbido un prodotto, dato che il vapore creerà umidità nella busta e a mano a mano entrerà nell’impasto.
Funziona anche quando, sbagliando la cottura, un prodotto risulti troppo duro.

Adesso la pita è pronta. Passiamo al condimento.

PREPARAZIONE Gyros

Procurarsi circa mezzo chilo di arista di maiale (o lonza) e batterla fino a farla assottigliare il più possibile.

Ricavarne tanti pezzettini ed adagiarli in una teglia spalmata d’olio.
Conditeli con sale, pepe e tutte le spezie che più vi piacciono. Io per esempio ci ho messo la paprika dolce ed il curry.

Cuocere a 180° per 30 minuti.

La carne può essere accompagnata da pomodori, insalata e tanti altri tipi di verdure.
L’importante è che prima di servire, sia la carne che la pita siano ben calde (potete passarle entrambe sulla piastra e poi assemblarle).

The following two tabs change content below.
Ciao! Mi chiamo Francesca, ma voi potete anche chiamarmi Zia. Mi piace cucinare, mangiare ed essere sempre con le mani in pasta. Adoro i rustici, le pizze e la pasta fatta in casa, ma in generale qualsiasi cosa che, quando la mordi, ti fa sentire felice.

Ultimi post di Chiamatemi zia (vedi tutti)

Lascia un commento